Inchieste, reportage e articoli. Tutto questo è Donnelibertadistampa, il blog a quattromani di Valeria Brigida e Giulia Zanfino Donnelibertadistampa | donne libertà di stampa | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


SOCIETA'
Giovani proiettati verso l'integrazione
20 aprile 2008

Spesso viene definita una generazione in piena crisi di "ideali", quella dei ragazzi di oggi, mentre a mio avviso quello che manca loro sono solo dei punti di riferimento, che noi "adulti" non siamo in grado di offrirgli. E' terminata oggi l'iniziativa che mi ha portata tra i ragazzi delle scuole medie del Municipio VII del Comune di Roma, a proposito di integrazione tra rom ed italiani. Attraverso la proiezione di un breve documentario, che parte dall'olocausto ed arriva ad oggi abbiamo lanciato il tema della discriminazione. Poi la palla è passata ai ragazzi. Per ben due ore e mezza una prima ed una terza media hanno letteralmente sommerso di domande Naio Adzovic, portavoce del campo rom Casilino 900, attualmente in fase di sgombero. La domanda più ricorrente è stata :"Perchè vi portano via? Dove vi porteranno". I ragazzi, hanno spiegato le maestre, erano molto preoccupati per i loro compagni di scuola provenienti dal campo rom. A queste domande però è difficile rispondere. Quello che segue è il racconto di una donna, e di suo figlio, il giorno dell'inizio dello sgombero a Casilino 900.

Giulia

                       
POLITICA
Inizia lo sgombero a Casilino 900
10 aprile 2008
 
            
             ( foto Giulia Zanfino )


Da due giorni sono cominciate le prime operazioni di sgombero, a Casilino 900, uno dei campi rom più antichi di Roma. La polizia nega che si tratta di un vero e proprio sgombero. Le associazioni invece temono che quello di questi giorni altro non sia che il preambolo di una fine annunciata. Ieri poche baracche sono state buttate giù dalle ruspe, tra la rabbia e lo sconcerto degli abitanti, molti dei quali con regolare permesso di soggiorno. "Sono scappato da una guerra, e mi ritrovo in un'altra!". Marco è fuggito dal Kosovo nel '91 e da allora vive a Casilino. Ha una moglie e cinque figli e non può più tornare nel suo paese. Come lui decine di profughi kosovari si aggirano per il campo come fantasmi. Fuggiti da un conflitto, si sono lasciati alle spalle una casa ed una vita dignitosa, che un Paese come il nostro non  potrà restituirgli. Resta il fatto che il campo va chiuso, in quanto degradato e fatiscente. Cosa succederà e quale sarà la soluzione alternativa proposta per le più di mille persone che popolano Casilino lo vedremo tra poco più di un mese. 


         
          ( foto Giulia Zanfino )

Giulia
diritti
Casilino 900: sempre più vicino lo sgombero
2 aprile 2008

 Ennesima irruzione a Casilino 900, campo rom della periferia romana. Questa volta pare si sia trattato di un'esercitazione dei vigili del fuoco, che hanno effettuato dei controlli ed un monitoraggio sul campo, in vista della sua chiusura. Entro fine maggio uno dei campi rom più antichi della capitale verrà sgomberato, ed i suoi più di mille abitanti saranno trasferiti in un altro luogo, probabilmente fuori dal raccordo anulare. Gli abitanti del campo hanno lanciato un appello alla Comunità Internazionale, organizzando per oggi, alle ore tredici, un pomeriggio all'insegna della divulgazione della cultura rom. L'evento è aperto a chiunque voglia partecipare.

Giulia

sfoglia
marzo        maggio